Sappiamo in prima persona quanto possa intimidire immergersi in una strategia di marketing per promuovere il proprio brand. E’ per questo che molti tendono a rimandarla, addirittura per anni, lo abbiamo fatto anche noi, nonnostante lavoriamo in questo settore per gli altri (il calzolaio con le scarpe rotte).

Ma, inevitabilmente, raggiungi un punto in cui è chiaro che non puoi andare avanti senza di essa. Se desideri longevità e relazioni durature con le persone che hanno bisogno del tuo prodotto o servizio, devi aver ben chiaro quale immagine di te comunicare.

Ecco perché una strategia di marketing per il proprio brand è così cruciale. È il segreto di un successo duraturo, che ti avvantaggia in tutti i modi. Una buona strategia è la chiave per:

  • Collaborazioni e comunicazioni efficaci
  • Uso efficiente delle risorse
  • Allineamento in tutti i dipartimenti
  • Vera connessione con le persone che stai cercando di raggiungere
  • Marketing efficace

Tuttavia, solo perché hai una strategia per il tuo brand, non significa che tu abbia una strategia forte . Questa è una trappola comune anche per i marchi più consolidati. Se le tue tattiche non funzionano e non raggiungi i tuoi obiettivi, di solito è dovuto a una strategia debole (o inesistente).

Lo abbiamo visto più volte, motivo per cui siamo qui ad aiutarti.

Come evitare i primi 5 errori di strategia del marchio

Qui, abbiamo raccolto i problemi più comuni che vediamo legati alla strategia del marchio, da semplici sviste a problemi importanti. Se stai rivedendo la strategia del tuo brand o ne stai costruendo una da zero, evitare questi errori ti condurrà sulla giusta strada.

Errore 1: non documentare la strategia del brand

Questo può sembrare ovvio, ma è uno degli errori più comuni che vediamo commettere. La maggior parte delle aziende ha una strategia solo verbale.

Anche se ci hai pensato molto, se la tua strategia esiste solo nell’etere, è essenzialmente inutile. Lo stesso vale per la strategia dei contenuti e, sinceramente, per qualsiasi altra strategia. Senza una strategia cartacea, il tuo team non può lavorare in modo efficace, prendere le giuste decisioni o monitorare le loro azioni per comprendere se la strada intrapresa è corretta.

Errore 2: confondere la tua strategia aziendale con quella del tu brand

Le parole “strategia del brand” e “strategia aziendale” sono talvolta utilizzate in modo errato rendendole intercambiabili. Queste sono due entità separate e ognuna ha uno scopo distinto.

Strategia aziendale: il piano sistematico per raggiungere gli obiettivi di business (pensare a aspetti organizzativi, operativi e finanziari).
Strategia del brand: il piano sistematico per costruire un marchio per supportare la tua strategia aziendale e raggiungere i tuoi obiettivi aziendali.

In sostanza, la strategia del tuo brand è in realtà un’estensione della tua strategia aziendale. Quindi per prima cosa dovresti aver identificare la tua strategia aziendale. Per garantire il successo di entrambi, tuttavia, sono necessari obiettivi aziendali ben definiti, poiché tutto ciò che fai è al servizio di quelli.

Errore 3: non conoscere il cuore della tua attività

Prima di essere un brand, sei un’azienda. E prima che tu sia un’azienda, sei un gruppo di persone che si riuniscono per un motivo ogni giorno. Questi motivi costituiscono la tua identità principale. In particolare, sono i tuoi:

  •  Scopo: perché esisti?
  • Visione: quale futuro vuoi aiutare a creare?
  • Missione: come si crea quel futuro?
  • Valori: chi sei? Come lavori?

Questi elementi non ti danno solo un senso di identità; sono parte integrante di come fai affari, di come interagisci con le persone e di come ti presenti al mondo. Pertanto, sono le basi dove dovrebbe essere costruita la strategia del tuo brand.

Molte aziende stanno ancora focalizzando la propria strategia su una mission vecchia di decenni o su una vision ampia che non è del tutto applicabile a chi sono oggi e cosa stanno cercando di costruire. Prima di fare qualsiasi cosa, dovresti prenderti il ​​tempo per identificare e articolare questi elementi. In questo modo avrai chiari i principi per influenzare il tuo processo decisionale in ogni sua fase.

Errore 4: creazione di una strategia frettolosa

Il completamento di una strategia richiede molto lavoro, per farlo è necessario un preciso e metodico impegno. Tendenzialmente si ha voglia di partire il prima possibile ma ricorda che la tua strategia dovrà essere portata avanti per lungo tempo, quindi non aver timore di dedicarle la giusta attenzione in fase di preparazione.

Alcuni dei più comuni insidie ​​caratterizzanti una strategia frettolosa sono:

  • Non ottenere l’approvazione in ogni fase, quindi tornare al punto di partenza.
  • Non ottenere le risorse necessarie , quindi lottando per ottenere le persone o il budget necessari per implementare la strategia del marchio.
  • Non parlare con i team di vendita e i punti di contatto del servizio clienti, trascurando così importanti lacune e opportunità nella comunicazione del marchio.
  • Non comunicare in modo appropriato la strategia del marchio, lottando così per ottenere la partecipazione di tutto il team.

Per evitare ciò, identifica le persone che possono offrire la prospettiva del loro dipartimento e feedback preziosi mentre elabori la strategia.

Errore 5: decidere in base ad una tipologia imperfetta di clienti

Gran parte della costruzione del marchio riguarda la comunicazione. Si tratta di connettersi con le persone, trasmettere le informazioni necessarie e costruire una relazione. Pertanto, una buona strategia di brand include individui accuratamente selezionati per aiutarti a entrare nella mente dei tuoi clienti ideali.

Sfortunatamente, quando si tratta di strategia del brand, è facile per le aziende dimenticare chi alla fine stanno cercando di raggiungere. Diventi così riflessivo che dimentichi di parlare effettivamente con le persone di cui stai cercando di soddisfare i bisogni.

Ciò è particolarmente vero quando si tratta di creare personaggi. Questi strumenti utili dovrebbero essere creati sulla base di dati e ricerche reali (non del tuo istinto o delle migliori ipotesi su ciò che queste persone desiderano, di cui hanno bisogno, che lottano e che si preoccupano). Ma molte aziende rinunciano a tenere conto di nuove conversazioni, chat ed e-mail, pensando che già “conoscono” il loro cliente. Ma se stai prendendo decisioni per il tuo brand basate su una tipologia imperfetta di clienti, stai commettendo un grosso errore.

Non cominciare senza una strategia. Avere una strategia di marketing è di fondamentale importanza è un modo di lavorare che ti aiuta a raggiungere i tuoi obbiettivi.

All rights reserved DIGIMA.